Coaching one to one a distanza: obiettivo raggiunto!

Rassegna stampa

#coaching

13/11/2020

Coaching one to one a distanza: obiettivo raggiunto!

Di recente abbiamo introdotto il tema della formazione professionale a distanza. Un percorso molto importante per la crescita personale, lavorativa e manageriale della persona coinvolta, veicolabile con successo anche a distanza grazie alla strutturazione di un piano formativo personalizzato e la rimodulazione degli appuntamenti con tempistiche idonee alla fruibilità online.

Dopo aver visto un esempio di coaching 1 a 1 adatto per piattaforme digitali, oggi analizziamo un esempio di coaching individuale iniziato in sede presso i nostri uffici e poi proseguito online a causa del sopraggiungere della pandemia di COVID-19.

 

Coaching 1 a 1 a distanza. Dalla presenza all’online

Coach: dott.ssa Stefania Bignotti
Coachee: Impiegato nel settore metalmeccanico
Durata: 16 ore
Modalità: in presenza / online
Periodo: marzo – aprile 2020

Le caratteristiche del coachee coinvolto: una persona che ricopre un ruolo individuale nell’ambito del controllo di gestione, posizione che richiede una forte componente analitica e precise capacità cognitive.

L’esigenza di coaching individuale: l’azienda chiedeva alla persona di farsi carico del coordinamento di altre persone per quanto attiene la raccolta e l’analisi di dati, che poi lei in quanto specialista avrebbe aggregato e riportato ai suoi superiori.

Il nuovo scenario implicava necessariamente il passaggio da un ruolo individuale a un ruolo con competenze più gestionali. Abituata a muoversi in maniera indipendente, la risorsa è passata dal governare esclusivamente sé stessa a dover gestire il lavoro di altre persone. A ciò si aggiungeva la sua perplessità: consapevole della propria specializzazione tecnica, sapeva di poter perfezionare le sue abilità settoriali, ma non aveva mai valutato una crescita dal punto di vista manageriale.

L’azienda ha perciò deciso di offrirgli supporto attraverso un percorso di coaching one to one. Focus dell’intervento l’attività di delega: da subito erano infatti emerse difficoltà nel trasmettere indicazioni chiare e ottenere dal team i report effettivamente richiesti.

 

Lockdown e rimodulazione delle attività

Il percorso è iniziato in presenza presso gli uffici di SKILL Risorse Umane. Una scelta solitamente consigliata, visto l’ambiente più protetto rispetto a quanto avviene in azienda e la possibilità di dedicarsi al 100% al coaching senza distrazioni.

Ecco poi l’inatteso arrivo della pandemia e il lockdown. Inizialmente il coachee preferisce sospendere il programma in quanto reputava fondamentale il rapporto diretto con il proprio coach. Tuttavia si rischiava di perdere i traguardi raggiunti fino a quel momento. A ciò si aggiungeva il fatto che lui continuava a essere operativo per la propria azienda e a dover gestire le persone da remoto: il percorso andava dunque portato avanti. 

La soluzione adottata è stata la trasformazione degli incontri in presenza in appuntamenti online, con conseguente rimodulazione delle attività. Non più incontri da 2,5 – 3 ore nel nostro ufficio, bensì incontri a distanza più frequenti della durata massima di 1 ora – 1 ora e mezza ciascuno, per garantire maggiore tenuta attentiva e partecipazione.

Il piano formativo è stato riformulato anche dal punto di vista delle tematiche, ragionando di volta in volta su ambiti più specifici e prendendo spunti da micro problemi, pur mantenendo il focus sull’obiettivo generale precedentemente fissato.

Incontrandoci più volte abbiamo potuto lavorare su un numero maggiore di caratteristiche anche molto personali, il tutto in maniera estremamente efficace e motivante, come dimostra l’impegno del coachee nel portare avanti in autonomia i compiti assegnati. La persona ha avuto ampio spazio per ragionare su sé stessa, sul proprio approccio nello svolgere le sue attività e su quanto gli veniva chiesto dai superiori, facendo uno scatto di consapevolezza davvero esemplare.

 

Coaching individuale: obiettivo raggiunto!

Ancora una volta possiamo dirci molto soddisfatti del nostro intervento di coaching individuale. Un coaching pragmatico basato su azioni definite e calate concretamente nella realtà del coachee, che con il nostro supporto ha potuto trovare dentro di sé la via per raggiungere gli obiettivi, valorizzando quanto appreso e con una nuova capacità di valutare le situazioni da ogni punto di vista. 

Tutto ciò si riflette anche sul piano personale: il coaching accompagna la risorsa in un percorso di consapevolezza, sino a farla arrivare a comprendere cosa è o non è funzionale della sua modalità di lavoro e di relazione e fornendole tutti gli strumenti necessari perché riesca a mettere in atto le azioni auspicate.

Ti piacerebbe saperne di più sul coaching individuale? Scopri il servizio di formazione di SKILL Risorse Umane e contattaci senza impegno.

Skill journal

Great Resignation: una crisi di senso del lavoro – oltre 120secondi con Paolo Iacci

oltre 120secondi | Video

#flessibilità | #greatresignation | #smartworking