La Storia

Breve estratto della storia di Skill in chiave metaforica scritto ed interpretato da Monica Ceccardi in occasione del ventennale della società

E Q U I L I B R I S M O!
(…) Le donne sono quasi sempre e quasi tutte equilibriste, camminano sul filo, sono funambole. Pensateci, quante cose riescono a mantenere in equilibrio le donne nell’arco di una sola giornata? Casa, lavoro, creatività, razionalità, famiglia, studio, professionalità, umanità, serietà, ironia… Si insomma sono sicura che sapete di cosa sto parlando… Alcune donne poi sono funambole straordinarie anche perché riescono a mettere in comunicazione passato e futuro, e non lo fanno con strani riti stregoneschi, no, ma vivendo il momento presente in tutta la sua intensità. Attraverso il presente, mantengono in vita la saggezza del passato e riescono ad inventarsi un futuro che ancora gli altri non vedono. Io penso che questo equilibrismo sia reso possibile da un non so che creativo di cui nessuno sa l’origine.

Vent’anni in un istante, il tempo… il tempo infinito per sognare e per continuare a dare vita, corpo e anima ai propri sogni. Lo vedete anche voi?
Secondo me sì, proprio come io vedo voi, che mi osservate e sostenete e vi emozionate con me. Il vostro sguardo, la vostra curiosità, la vostra trepidazione sono la forza che mi permette di fare il primo passo su questo filo, ancora una volta. Questo filo che in realtà è una rete, invisibile ma forte, costruita insieme alle mie funamboliche compagne di viaggio. Ci siete anche voi! Ora vi vedo, laggiù, ci siete tutte, siete venute qui per festeggiare con me, vero? Allora vi devo svelare una cosa molto importante, oggi che è la settemilatrecentesima traversata sul filo, posso farlo, devo farlo: dentro ogni mio primo passo sul filo, dentro ogni traversata, dentro ogni conquista, ci siete tutte voi, amiche mie, funambole compagne di vita, di sfide e conquiste.
Vi vedo, siete emozionate, come me, e allora ancora una volta facciamolo insieme, questo primo passo: Laura, Roberta, Stefania, Emanuela, Gianpiera, Anna, Lara, Nadia. Andiamo! (…)

Non muovere mai l’anima senza il corpo, né il corpo senza l’anima, affinché difendendosi l’uno con l’altra, queste due parti mantengano il loro equilibrio e la loro salute

Cit. Platone