Responsabilità Sociale d’Impresa: l’esempio di eccellenza in Metal Work – 120secondi con Valentino Pellenghi

120secondi | Video

#responsabilitàsociale | #welfare

06/05/2021

Responsabilità Sociale d’Impresa: l’esempio di eccellenza in Metal Work – 120secondi con Valentino Pellenghi

Ecco il video dell’intervista integrale nel nostro format 120secondi che ha visto Laura Iacci dialogare con Valentino Pellenghi, co-amministratore di Metal Work, sul tema della Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI).

Guarda il video o leggi l’intervista sotto!

Metal Work è un’importante azienda che opera nella produzione di componenti pneumatici per sistemi d’automazione, ha circa 1.200 dipendenti, una cinquantina di società controllate ed esprime un fatturato intorno ai 180 milioni di euro. È un’azienda che da tempo persegue non solo obiettivi di carattere economico-finanziario ma si pone in un’ottica multidisciplinare perseguendo anche fini di carattere sociale. Il suo fondatore Erminio Bonatti dà origine alla Fondazione Erminio Bonatti proprio per creare un ponte con la società e il territorio. Questo a testimoniare la vocazione etica che ha sempre permeato la sua conduzione.

Quindi chiedo al nostro ospite: in che cosa si declina l’attività della fondazione?

La fondazione è stata voluta e creata da Erminio nel 2017. Insieme al comitato di beneficenza presente nel trust, si occupa di beneficenza in senso lato. È legata al territorio di Brescia, Concesio – dove ha sede l’azienda – e anche la Valtrompia in generale. La fondazione porta avanti dei progetti che riguardano la ricerca scientifica, l’istruzione, la cura della persona ma anche la salute in generale.

Qual è il progetto più significativo su cui la fondazione si sta concentrando in questo ultimo periodo?

Nell’ambito delle difficoltà attuali legate alla gestione della pandemia, la fondazione insieme a Metal Work ha voluto contribuito nel marzo del 2020 con una donazione importante alla creazione del padiglione Covid all’interno dell’Ospedale Civile di Brescia tramite la Fondazione Spedali Civili. Questo è stato sicuramente quello più rilevante insieme alle numerose attività che erano già state programmata per l’esercizio 2020 e continuano ad esserci.

Quali vantaggi ha un’impresa socialmente responsabile?

Innanzitutto dobbiamo essere d’accordo sulla definizione di essere socialmente responsabili per un’impresa. Per noi lo è nel momento in cui l’azienda investe nel capitale umano e dà, attraverso la formazione, la possibilità alle proprie persone di progredire e di esprimere i propri talenti. Credo che l’esempio più importante giunga dal nostro fondatore nel momento in cui, con la creazione del trust nella gestione del passaggio generazionale, ha definito una netta distinzione tra management e proprietà, partendo dal presupposto che si eredita la proprietà dell’impresa ma non si può ereditare la capacità di gestirla.

Per noi lo è nel momento in cui l’azienda investe nel capitale umano e dà, attraverso la formazione, la possibilità alle proprie persone di progredire e di esprimere i propri talenti

Questo secondo noi è un fondamento di forte connotazione sociale che dà la possibilità ai manager di gestire le aziende in maniera autonoma. Questo in termini tipici di Metal Work.

Però ritengo anche che essere responsabilmente attivi nella gestione di impresa lo si vede anche dei comportamenti dell’azienda. In Metal Work si evidenzia in una connotazione molto precisa: in 50 aziende che la compongono, noi non abbiamo mai adottato una politica di delocalizzazione ovvero di produrre parte del nostro programma in stati dove notoriamente il costo del lavoro è particolarmente basso. Oppure nell’adozione di un codice etico molto stringente che ci comporta scelte poco competitive ma socialmente responsabili come, ad esempio, non ricorrere a delle cooperative che offrono un costo del lavoro particolarmente ribassato a causa dell’adozione di comportamenti socialmente non etici.

Sul fronte dei dipendenti avete messo in campo qualche specifica iniziativa rispetto al particolare momento che stiamo che stiamo vivendo?

In questo momento siamo stati vicini a tutte le maestranze che compongono il sito di Concesio e altri  nel resto del mondo. Abbiamo adottato provvedimenti non solo aderenti alla normativa anti-pandemica ma anche promosso programmi di testing – test sierologici e tamponi molecolari – fatti più volte proprio per cercare di contenere la diffusione del virus. Non solo, abbiamo promosso il programma che sta portando avanti Confindustria con il governo per iniziare la campagna di vaccinazione. Inoltre, e sono orgoglioso di dirlo, le prenotazioni che abbiamo fatto riguardano non solo i dipendenti ma anche i familiari conviventi proprio per cercare di essere il più vicino possibile alle nostre maestranze.

Metal Work alimenta un fondo dedicato tutti i dipendenti in particolari difficoltà finanziarie dovute a situazioni particolarmente gravose come possono essere degli interventi chirurgici, difficoltà legate ai programmi di studio o situazioni personali difficili. Sono prestiti sulla parola verso i nostri dipendenti, non sono obbligati a restituirli, e questo per noi è un grande aiuto che va a beneficio della collettività di chi lavora all’interno dell’azienda.

Skill journal

Great Resignation: una crisi di senso del lavoro – oltre 120secondi con Paolo Iacci

oltre 120secondi | Video

#flessibilità | #greatresignation | #smartworking