Sviluppare la creatività in azienda: l’approccio di Accenture – 120secondi con Lorenzo Galoforo

120secondi | Video

#creatività | #team

08/09/2021

Sviluppare la creatività in azienda: l’approccio di Accenture – 120secondi con Lorenzo Galoforo

Come sviluppare la creatività in azienda?

Che sia funzionale a proporre nuovi prodotti sempre originali (come nei settori che hanno a che fare con l’arte) o che riguardi la capacità di soddisfare in modo originale le esigenze dei singoli clienti (come riguarda l’ambito dei servizi), la creatività in azienda è un processo. Quali sono le variabili in gioco?

La persona creativa…

La psicologia ha cercato di definire cosa sia la creatività. In generale potremmo definirla come il processo in cui viene creato qualcosa di originale che abbia un valore. È un processo di creazione che implica un cambiamento, un’evoluzione. I fattori che lo influenzano sono numerosi.

Quando si pensa alla creatività solitamente vengono in mente personalità eccezionali, con doti fuori dalla norma. La creatività non è un tratto d’eccezione, ma in primis un mix di fattori individuali: le informazioni e le conoscenze che abbiamo sul tema poste in relazione a come ragioniamo sui problemi (area cognitiva); le inclinazioni e tendenze che ci caratterizzano (area della personalità); quanto vogliamo impegnarci in un compito (area motivazionale); una disposizione intrinseca per attività di questo tipo (attitudine). L’aspetto più importante? Oltre alla competenza e l’esperienza di settore, la motivazione intrinseca, cioè quando siamo entusiasti dell’attività che stiamo facendo. Questa condizione libera da preoccupazioni estranee, alimenta l’esplorazione di alternative, focalizza l’attenzione e il tempo di persistenza sul compito (Amabile, 1990).

…e il contesto creativo.

La spinta alla creatività non è solo frutto di disposizioni personali. Il contesto è il terreno su cui si gioca la partita del cambiamento. Dove può puntare l’azienda per costruire un ambiente che faciliti la dimensione creativa e garantisca opportunità di esprimere le proprie competenze?

Uno dei fattori più salienti per la creatività è saper definire gli obiettivi: assegnare obiettivi originali e sfidanti aumenta la motivazione intrinseca, rende più chiaro il target e i requisiti, indirizzando l’attenzione delle persone a svolgere compiti in modo più creativo. Inoltre, garantire spazi di autonomia nella gestione del lavoro responsabilizza e stimola l’applicazione di conoscenze e capacità personali.

Nelle aziende il tema della creatività si lega al processo di innovazione (di idee, di prodotti, di servizi), essenziale per rispondere a scenari di mercato e di contesto sempre più complessi. La creatività è indispensabile per innovare ma non sufficiente. Il potenziale creativo del singolo, che sia rivolto a creare qualcosa di nuovo o a sviluppare ciò che già esiste, può fornire risultati sorprendenti se posto in condizioni di scambio (ad esempio, in contesti di team diversificati) e sollecitato da tecniche e metodi appropriati in fase di progettazione (ad esempio, dal classico brainstorming al più strutturato design thinking).

Creatività in Accenture Interactive: metodo e contaminazione verso il risultato

In questo nuovo episodio di 120secondi abbiamo chiesto a Lorenzo Galoforo, Managing Director per Accenture Interactive, come si traduce la creatività in azienda nel mondo della consulenza specializzata e dei servizi.

Ecco cosa è emerso!

Di cosa si occupa Accenture Interactive?

Grazie Laura per questa bellissima opportunità. Accenture Interactive è una delle anime di Accenture. Noi  la definiamo un’experience agency. Mette in comune quella che è l’esperienza più tradizionale di Accenture dedicata alla tecnologia e alla consulenza a delle competenze più nuove dal mondo tipicamente agenziale. Aiutiamo i nostri clienti a ridefinire quella che è la loro relazione con i consumatori finali attraverso tutti i touch point digitali.

Quindi come nasce la creatività e che cos’è per te?

Ora, se avessi posto questa domanda Leonardo da Vinci quando dipinse l’ultima cena probabilmente ti avrebbe risposto che sì, è stato un guizzo creativo. Ma senza un metodo e una capacità tecnica sopraffina non sarebbe sicuramente arrivato a quel risultato. Quindi ti risponderei che è sicuramente importante avere lo spunto creativo ma se non vengono utilizzate poi delle metodologie strutturate, per esempio il design thinking o il co-design, che noi utilizziamo tradizionalmente in Accenture, è difficile poi andare oltre quello che è un puro gesto creativo e raggiungere un risultato concreto per il nostro cliente.

Da dove nasce un processo innovativo, quali sono gli step che lo costituiscono?

In un mondo fatto di dati e di informazioni il processo creativo deve basarsi anche sulla capacità di analizzare i dati, le informazioni. È quindi necessario avere un team multidisciplinare. Non è un caso che, diversamente da un tempo dove le persone che si occupavano della tecnologia e del business lavoravano in maniera separata, a compartimenti stagni, oggi  ci sia invece una grande promiscuità all’interno di un percorso creativo. Quindi persone di marketing, di design, di comunicazione, IT specialist lavorano  insieme per indirizzare quelle che abbiamo chiamato inizialmente scintille del processo verso un percorso strutturato, coerente con quello che è l’obiettivo di business, per rendersi conto effettivamente di quanto quel progetto, quel prodotto, quel servizio, saranno efficaci poi sul mercato.

Sviluppare la creatività: ti aiutiamo

Se sei arrivat* fino a questo punto, per prima cosa ti ringraziamo.

Ti sarà chiaro come sviluppare la creatività sia un processo complesso che riguarda sia le persone che il contesto. Skill Risorse Umane è fatta di esperti psicologi del lavoro che possono aiutarti a scegliere, valutare e formare le tue risorse per il loro potenziale creativo. In che modo? Ad esempio:

  • Identificando le persone più adeguate in base all’obiettivo attraverso un’attenta valutazione delle competenze servendoci di strumenti scientificamente validati;
  • Progettando percorsi di formazione ad hoc, individuali o di team, atti a sviluppare competenze soft per agire con efficacia nel processo di innovazione.

Per maggiori informazioni scrivici qui, ti contatteremo al più presto!

Skill journal

Il lavoro che cambia – L’evento con Paolo Iacci

News | Video

#cambiamento | #futuro | #giovani | #greatresignation | #quitequitting | #smartworking

Great Resignation: una crisi di senso del lavoro – oltre 120secondi con Paolo Iacci

oltre 120secondi | Video

#flessibilità | #greatresignation | #smartworking